Ricardo Rodriguez
Ricardo Rodriguez (©Getty Images)

MILAN NEWS – Salvatore della patria è un’espressione spesso troppo abusata, ma stavolta calza a pennello per giudicare Ricardo Rodriguez, terzino del Milan che in Svizzera sta passando giorni da eroe nazionale.

In 180 minuti con la Nazionale elvetica ha toccato vette altissime, trascinando la sua squadra ai Mondiali 2018 nel doppio spareggio con l’Irlanda del Nord: prima il rigore vincente all’andata, poi il salvataggio sulla linea determinante nel match di ritorno su colpo di testa di Johnny Evans. Insomma Rodriguez è l’uomo copertina di una Svizzera che si presenterà in Russia da outsider e viene persino omaggiato come ‘il miglior terzino della storia svizzera’ o c’è chi addirittura promette di chiamare il proprio primogenito ‘ricardorodriguez’, tutto attaccato.

Esagerazioni da tifosi, ma intanto Rodriguez sta vivendo un momento altamente positivo, anche con la maglia del Milan. Come scrive la Gazzetta dello Sport il suo apporto da quando è sbarcato in rossonero è stato sempre positivo. Due gol tra campionato e coppa, una media-voto sufficiente e l’abilità a giocare sia nei tre centrali difensivi sia da esterno mancino a tutto campo. Un elemento determinante per il gioco di Vincenzo Montella, che si è integrato alla perfezione, parlando tedesco con Montolivo e Calhanoglu e spagnolo con i latino-americani della rosa. Un eroe nazionale svizzero che ora punta ad avere la stessa considerazione anche in rossonero.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it