Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan is back. Il campione svedese non molla davvero un centimetro e, a dispetto dell’età anagrafica e delle malelingue che lo vedevano già sulla via del ritiro, Ibrahimovic è già rientrato dopo l’ultimo grave infortunio.

L’ex Milan è tornato in campo con la maglia del Manchester United già nel weekend, durante il match giocato dai suoi in trasferta contro il Newcastle, bissando il tutto con l’ingresso dalla panchina ieri sera nel match di Basilea in Champions League. Ibra è già in formissima e si comincia a parlare di un ripensamento all’addio alla nazionale svedese, soprattutto per la possibilità di giocare il Mondiale assieme ai suoi connazionali nel 2018.

Ibrahimovic intanto ha già strappato altri due record con il suo rientro di sabato scorso: innanzitutto ha recuperato in tempi assurdi dalla rottura del crociato anteriore, accaduta lo scorso maggio e curata dunque in soli 5 mesi. Inoltre con la sua presenza in Champions League di ieri è divenuto, come ricordato dall’Ansa, l’unico calciatore della storia a disputare la competizione più prestigiosa europea con 7 squadre diverse. Ibra infatti ha indossato le maglie di Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, PSG e Manchester United e con tutte queste squadre ha giocato almeno una gara di Champions. E chissà che il 2018 non possa essere anche l’anno ideale per sbloccarsi a livello di trofei continentali.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it