Stadio Milan
Stadio Milan (foto acmilan.com)

NEWS MILAN – Ancora da decifrare se il club rossonero nel proprio futuro giocherà ancora a San Siro oppure se si doterà di un nuovo stadio di proprietà. Marco Fassone è stato chiaro nel dire di volere un impianto tutto del Milan, può essere il Giuseppe Meazza o uno da costruire ex novo.

Nella giornata di ieri una delegazione societaria rossonera guidata da Alessandro Sorbone, chief operations officer del club, ha incontrato a Milano l’assessore comunale all’Urbanistica, Pierfrancesco Maran. Ovviamente si è parlato dei progetti del Milan sul tema dello stadio: se continuare a San Siro in cogestione con l’Inter oppure se realizzarne uno nuovo. Un nuovo summit è previsto entro Natale in presenza del sindaco Giuseppe Sala.

Il quotidiano Il Giorno spiega che il Milan non ha ancora preso una decisione. All’interno della società sono presenti dei consulenti che si stanno occupando di questa materia, considerata comunque non prioritaria per l’immediato. Però sia l’Inter che il Comune, invece, vogliono risposte a breve per capire quando potranno iniziare i lavori per la ristrutturazione e l’ammodernamento di San Siro. I nerazzurri e l’amministrazione sarebbero pronti da tempo, però finora hanno dovuto attendere le mosse milaniste.

Il Giorno mette in evidenza anche tre punti centrali su questo argomento.

  1. Milan e Inter (e Comune) sono legati fino al 2030 nella gestione di San Siro, attraverso il veicolo del consorzio.
  2. Dal fronte rossonero c’è la necessità di avere ulteriori dettagli su come potrebbe prendere forma un progetto di sviluppo dello stadio cogestito insieme ai cugini.
  3. La Giunta comunale, ieri per il tramite di Maran, ha ufficialmente offerto al Milan la disponibilità dell’area di Porto di Mare-Rogoredo per la costruzione di un eventuale stadio di proprietà. Un’area alla periferia sud-est di Milano servita da tangenziali, autostrade e anche dalla ferrovia, oltre che dalla metropolitana. Una zona adatta per i Comune, che ha invece escluso aree nel quadrante nord della città. Una proposta, quella di Porto di Mare-Rogoredo, che il Milan è disposto a valutare, non ci sono pregiudizi contrari.

Prima di Natale nuovo incontro tra Milan e Comune, in presenza del sindaco Sala, per approfondire ulteriormente i discorsi e magari arrivare a una decisione. Considerando i tanti investimenti già fatti dal club rossonero per il calciomercato e la necessità di coprire le future perdite di bilancio, è difficile ora pensare che Yonghong Li possa impegnarsi pure nella costruzione di uno stadio di proprietà. Una simile opera richiede uno sforzo economico importante. Servono risorse che, da quanto trapela, lui al momento non ha.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it