Andrè Silva
Andrè Silva (©Getty Images)

MILAN NEWS – 230 milioni di euro spesi, pochissimi vantaggi. Un paradosso quello del mercato svolto dal Milan, con ben undici acquisti effettuati durante la scorsa estate e uno stravolgimento della rosa che per ora non ha portato benefici.

Mesi fa Vincenzo Montella giudicò gli acquisti estivi con un 10 in pagella, forse esagerando i giudizi, mentre Gennaro Gattuso non si è ancora espresso in tal merito, anche se non è affatto lontano da quella lode così evidente. Impossibile in effetti che molti calciatori fino ad un anno fa abilissimi e dal rendimento costante si siano frenati in maniera così palese arrivando ad indossare la maglia rossonera.

La domanda che si pone la Gazzetta dello Sport è la seguente: il mercato del Milan è stato un flop totale o i nuovi hanno ancora bisogno di tempo e spazio per integrarsi? Difficile dirlo, anche se i tempi cominciano ad essere fin troppo maturi e qualche accenno di miglioramento ancora stenta ad arrivare. Gattuso ha l’arduo compito di rivitalizzare una rosa che al momento è ai minimi storici, come prestigio e come rendimento. Basti guardare André Silva, il secondo calciatore più costoso della storia del Milan, che ha alternato prove da centravanti maturo a gare (come quella di Rijeka) in cui si è faticato a rintracciarlo sul campo. Immaturità o qualità sopravvalutate? Solo il tempo ed il lavoro chiariranno le idee.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it