Logo UEFA
Logo UEFA (©Getty Images)

NEWS MILAN – Tra oggi e domani il club rossonero conoscerà il verdetto dell’UEFA in merito alla richiesta di Marco Fassone di aderire al voluntary agreement, regime che consentirebbe al Milan di sistemare il bilancio senza incorrere in sanzioni.

E’ La Gazzetta dello Sport a rivelare che l’ufficialità della decisione dei vertici di Nyon è in arrivo. La società di via Aldo Rossi capirà se avrà una certa libertà di manovra oppure se sarà sottoposta alle restrizioni previste con il settlement agreement. Dell’entrata in questo secondo regime e delle penalizzazioni si discuterà comunque nel 2018. In primavera Fassone dovrebbe presentarsi nuovamente dall’UEFA per la discussione.

Le sensazioni a Casa Milan sono negative. Già nei giorni scorsi era già trapelata la probabile bocciatura dell’UEFA alla richiesta di voluntary agreement avanzata dal club rossonero. E’ risaputo che a Nyon abbiano alcune perplessità in merito alla figura di Yonghong Li, presidente rossonero attorno al quale continuano ad esserci delle nubi nonostante gli impegni finanziari mantenuti. Fassone ha parlato di alcune richieste UEFA impossibili. Sembra difficile pensare che dalla Svizzera arrivino risposte positive.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it