Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

NEWS MILAN – Tra le motivazioni che hanno spinto l’UEFA a respingere la richiesta di voluntary agreement del club rossonero c’è il mancato rifinanziamento del debito contratto con Elliott Management Corporation.

Marco Fassone ha spiegato che i vertici di Nyon pretendevano che l’operazione fosse completata prima del pronunciamento sul V.A. Ma l’amministratore delegato del Milan ha dichiarato che era impossibile farcela. Il debito ha scadenza ottobre 2018 e c’è una trattativa in corso per rifinanziarlo.

A proposito di questi negoziati, dalle news Milan di Carlo Festa su Il Sole 24 Ore non trapelano novità molto positive. Vanno avanti le discussioni con HPS Investment Partners, ex divisione del fondo internazionale Highbridge, specializzata nel settore del debito. C’è un’esclusiva di otto settimane. Però il noto giornalista rivela che i tempi sembrano allungarsi e non è da escludere che vengano cercate altre strade per il rifinanziamento del club rossonero.

Il Milan punta molto su questa trattativa con HPS Investment Partners. C’era moderato ottimismo sul fatto di riuscire a condurla in porto. Alcune fonti parlavano anche di accordo da firmare entro febbraio. Festa de Il Sole 24 Ore svela che potrebbero esserci dei problemi, anche se comunque questa indiscrezione andrà poi confermata. Vedremo cosa succederà. Fassone si è detto fiducioso di chiudere il rifinanziamento entro la primavera 2018, dunque in anticipo rispetto alla scadenza di ottobre.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it