Leonel Vangioni Simone Verdi
Leonel Vangioni e Simone Verdi (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Sembrava praticamente fatta fino a qualche ora fa per il passaggio di Simone Verdi, fantasista italiano classe ’92, dal Bologna al Napoli.

Il calciatore rossoblu aveva inizialmente accolto positivamente la proposta azzurra, con la squadra di Maurizio Sarri pronta a portarlo in rosa già nella sessione di gennaio per 20 milioni di euro. C’era anche l’accordo con il Bologna, che si era persino già prodigato per reperire sul mercato un sostituto in attacco. Ma l’ultima notte ha portato consiglio a Verdi, il quale ha scelto di restare in rossoblu per attaccamento alla maglia e anche per giocarsi le proprie chance da titolare fisso, mentre a Napoli avrebbe rischiato di fare panchina ad Insigne e Callejon.

Se ne riparlerà a giugno, come sostengono i maggiori organi di stampa nazionali, ma per ora l’affare Verdi-Napoli resta bloccato. Una brutta notizia anche per il Milan: la società rossonera ha ceduto nell’estate 2016 Verdi al Bologna per poco più di 1 milione di euro ma ha inserito nel contratto di vendita una clausola che prevede l’incasso del 20% sulla futura vendita del calciatore nativo di Broni. Se fosse andato in porto l’affare con il Napoli da 20 milioni di euro, i rossoneri avrebbero incassato circa 4 milioni come da accordi, ma per il momento anche il Milan resta a bocca asciutta.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it