Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – Un vero e proprio giallo che tende ad infittirsi come nei migliori romanzi quello legato alla presunta indagine della Procura di Milano sulla vendita delle quote Milan da Fininvest alla proprietà attuale cinese.

Nei giorni scorsi, per riepilogare, sia La Stampa che Il Secolo XIX avevano svelato l’apertura imminente di un’indagine sul possibile riciclaggio di denaro appartenente a Silvio Berlusconi nell’atto di cedere le quote Milan ad aprile scorso. Una situazione smentita sia dal procuratore capo Francesco Greco, sia dalla presidente Fininvest Marina Berlusconi sia dall’avvocato Niccolò Ghedini.

Ma da ieri, come riporta la Gazzetta dello Sport, è spuntato un nuovo elemento che fa discutere. La Procura avrebbe in mano una relazione della Guardia di Finanza su tre operazioni sospette trasmesse dall’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia. Carte finite sul tavolo del procuratore aggiunto Fabio De Pasquale. Il contenuto di questa documentazione può essere decisivo per fare definitivamente chiarezza sulla vicenda.

I soldi sono arrivati nelle casse di Fininvest dopo un giro complesso attraverso società con sede tra Cina, Hong Kong, Isole Vergini e Isole Cayman. La Gazzetta dello Sport scrive che mancherebbero informazioni ancora del tutto precise e verificabili sulle imprese di Yonghong Li. Nei prossimi giorni in Procura si valuterà se aprire o meno un fascicolo con un’iscrizione di ipotesi di reato e dunque potrebbe essere avviata un’ inchiesta sulla compravendita del Milan.

Se ciò avvenisse, si darebbe corpo al sospetto sul presunto riciclaggio di denaro avvenuto nell’operazione. Non è da escludere una eventuale rogatoria con Hong Kong, per approfondire tutto. Nei prossimi giorni ne sapremo di più.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it