Fabio Borini
Fabio Borini (©Getty Images)

MILAN NEWS – Per commentare la prestazione di Fabio Borini e il suo recente stato di forma bastano i numeri, quelli basilari: tre reti nelle ultime 4 gare ufficiali, quello di ieri anche decisivo per la vittoria finale.

Il numero 11 del Milan vive un momento altamente positivo e fortunato anche sotto porta: Borini sta dimostrando che non è solo il jolly da piazzare ovunque, ma ha mantenuto quell’istinto da attaccante con cui è sempre andato d’accordo. Gol alla Spal in campionato e due sigilli al Ludogorets in Europa League, un ruolino di marcia nelle ultime settimane migliore di gente come Messi, Suarez o Neymar, che hanno fatto meno reti del calciatore rossonero in questo breve lasso di tempo.

Non sarà un elemento di talento o di qualità, ma Borini ha la corsa e la fatica nel dna: sua madre, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha terminato con onore una 100 km nel gelo dell’Islanda. Non è da meno il figlio calciatore, che percorre distanze minori ma con una continuità spaventosa. Ieri il guizzo per la rete decisiva è stato da grande attaccante, ma Fabio non ha smesso di correre, compiacendo anche mister Gattuso: “Fabio è come Cutrone, ha veleno, non molla mai. Fa parte dei giocatori permalosi e non ha la faccia simpatica se sta fuori: non fa nulla per nasconderlo. Ma ho un grande rapporto con lui, molto schietto e franco. A volte si sente un tappabuchi ma per me mettersi a disposizione è una grande qualità”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it