Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Sarà un clima freddino quello a San Siro il prossimo 4 aprile, quando si recupererà il derby di campionato infrasettimanale nell’orario in cui chiudono gli uffici.

La decisione, ufficializzata già sabato, è quella di giocare nel mercoledì post-pasquale così come le altre gare rinviate della 27.a giornata a causa del lutto per la morte improvvisa di Davide Astori. Il Milan ha fatto di tutto per chiedere lo slittamento del derby fino ad un giorno festivo (25 aprile o 1 maggio) per consentire ai tifosi di recarsi in massa a San Siro. Cosa negata dalla controparte interista e situazione che ha fatto infuriare Marco Fassone, amministratore delegato rossonero ed ex dirigente nerazzurro.

Come riporta la Gazzetta dello Sport Fassone sperava di convincere sia il commissario della Lega Giovanni Malagò sia i dirigenti dell’Inter a spostare ulteriormente il derby anche per evitare di affrontare la Juventus e poi i rivali cittadini nel giro di 3-4 giorni. Il ‘no’ degli interisti non lo ha soddisfatto: “Anche noi avremo pochi giorni prima del derby la gara contro la Juve, cercheremo di dimostrare che è possibile giocare due partite così importanti in poco tempo. Siamo amareggiati e l’abbiamo presa male, ci scusiamo con i tifosi ma abbiamo fatto tutto il possibile, coinvolgendo anche Malagò e offrendo all’Inter due differenti possibilità. Ora spero che, così come contro l’Arsenal, i tifosi riempiano ugualmente lo stadio“.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it