Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il momento d’oro comincia a diventare di platino. Patrick Cutrone non solo è il miglior marcatore stagionale del Milan, ma ora anche una risorsa per la nuova Nazionale italiana.

Il giovane bomber è uno dei volti giovani della selezione di Luigi Di Biagio, assieme al figlio d’arte Federico Chiesa comparso con lui ieri in conferenza stampa da Coverciano. Oggi la Gazzetta dello Sport racconta le emozioni di Cutrone, che pensava di dover rispondere alla convocazione dell’Under-21 di mister Evani ed invece è stato avvisato dai suoi compagni rossoneri di essere stato inserito nella selezione maggiore. Una bella soddisfazione per il 20enne comasco, che si ritroverà probabilmente di fronte a un mito come Lionel Messi nell’amichevole di venerdì contro l’Argentina: “Spero anche di esordire, vediamo che dice il mister…”

Cutrone non ha però alcun timore nell’affrontare certe sfide, dimostrandosi un attaccante già maturo per la sua età: “E’ un sogno essere qui. Ed è bello vedere che da qualche tempo anche i giovanissimi trovano spazi importanti, sia nei club sia in azzurro. Non sento comunque particolari pressioni, in questo senso mi aiuta il fatto di essere partito in azzurro dall’Under 15, è fondamentale vivere un certo tipo di ambiente fin da ragazzino. In generale non ho mai paura di niente, e state tranquilli che non partirò di testa, so bene di essere solo all’inizio e di dover ancora pedalare parecchio”.

Impossibile non ringraziare chi, nel Milan, lo ha aiutato e gli ha subito dato lo spazio che meritava: “Devo molto a Gattuso, mi trasmette costantemente il suo modo di vivere il calcio, detto ciò io ho sempre giocato con questa fame, con cattiveria, con la voglia di aiutare la squadra. E ringrazio i vari tecnici che ho incontrato sulla mia strada, anche Montella, tutti importanti”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it