Yonghong Li Han Li Marco Fassone
Yonghong Li, Han Li e Marco Fassone (©Getty Images)

Da giorni si legge un po’ di tutto sulla situazione societaria del Milan. In molti descrivono negativamente la posizione di Yonghong Li, ritenuto non più in grado di sostenere finanziariamente il club.

Va detto che finora il presidente rossonero ha sempre mantenuto gli impegni presi. Il prossimo è quello di versare circa 10 milioni (prima tranche dell’aumento di capitale da oltre 37 milioni necessari da qui a fine stagione) entro il 4 aprile e, prima di darlo per spacciato, sarebbe opportuno attendere. E se il versamento non venisse effettuato? Più fonti spiegano che sarebbe il fondo Elliott a intervenire. E se venisse successivamente confermata l’incapacità di Yonghong Li di mantenere il Milan e di saldare il debito con lo stesso hedge fund di Paul Singer, il club verrebbe poi messo in vendita. Nessun rischio di fallimento. Anzi, la possibilità di passare a una proprietà più solida se quella attuale dimostrasse di non esserlo più.

In ogni caso, ciò che deve più importare ai tifosi è il bene del Milan. Se sarà l’attuale presidente a garantirlo, allora ok. Altrimenti ci penserà qualcun altro. Noi qui tifiamo Milan, non i singoli presidenti o i dirigenti, anche se ci auguriamo sempre che loro facciano il meglio per i nostri amati colori. Ciò che conta più di tutto è che venga garantito un futuro stabile e ambizioso alla società. Dunque, comunque vadano le cose con l’uomo d’affari cinese, la nostra preoccupazione è che il Diavolo venga riportato ai massimi livelli.

C’è chi con largo anticipo sta dipingendo scenari catastrofici per il destino del Milan, però ci sembra un po’ presto per queste cose. E’ inutile scaldarsi e dare retta a qualsiasi cosa venga scritta, soprattutto se la fonte ne ha prese poche o nessuna finora in merito alla società rossonera. Purtroppo c’è chi si sente autorizzato a scrivere di tutto, anche perché la società non replica sempre prontamente. Infatti nei giorni scorsi sarebbe stato opportuno rispondere a certe “notizie”. Ma la dirigenza ha scelto diversamente e speriamo che nei prossimi giorni possa replicare con fatti concreti, più che con le parole. Versare i soldi richiesti dal CdA e compiere passi in avanti sul rifinanziamento sarebbero ottime risposte.

Comunque stiamo calmi e concentriamoci ciò che avviene sul campo. La squadra di Gennaro Gattuso finora sta regalando gioie e speriamo che continui così. Le prossime due partite contro Juventus e Inter saranno difficili e potrebbero anche essere decisive nella corsa Champions del Milan. La prima parte di campionato negativa ha purtroppo costretto il gruppo a non potersi praticamente più permettere di sbagliare. Abbiamo fiducia nei ragazzi e nel mister. Speriamo che a Torino e nel derby escano fuori risultati positivi che mantengano il Diavolo in corsa per la qualificazione alla massima competizione UEFA per club, che dalla prossima stagione sarà più ricca che mai e aiuterebbe il bilancio societario.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it