Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

MILAN NEWS – La decisione finale del Milan è arrivata: il club rossonero ha scelto di non effettuare alcun rimborso economico per i biglietti del derby rinviato lo scorso 4 marzo.

Da varie settimane è scoppiato il caos attorno al rinvio della stracittadina, dovuto alla scomparsa improvvisa di Davide Astori, capitano della Fiorentina. Prima si è discusso ampiamente sulla data del recupero, con il Milan che aveva proposto di giocare in un giorno festivo infrasettimanale (25 aprile o 1 maggio) ma senza l’ok dell’Inter si è dovuto accontentare del 4 aprile. Poi la querelle legata al rimborso dei tagliandi per quei tifosi, milanisti o interisti, che avevano acquistato il biglietto per il 4 marzo e che si trovano impossibilitati ad utilizzarlo anche per la sfida della prossima settimana.

Il Milan ha dato le sue opzioni: usare lo stesso biglietto già acquistato per il recupero del 4 aprile, cederlo nominalmente a terzi oppure cambiarlo con un voucher valido per l’acquisto di un altro tagliando stagionale a San Siro. L’Inter aveva proposto invece il rimborso economico per i biglietti inutilizzati dai propri tifosi, decidendo di prendersi l’onere personalmente. Una soluzione non condivisa dal Milan, che come scrive il Corriere dello Sport non intende fare disparità e disuguaglianze tra le due tifoserie e dunque ha imposto la cessione dei voucher piuttosto che la restituzione del denaro. Una politica intransigente dei rossoneri, unico club tra quelli chiamati a recuperare la 27.a giornata di campionato a non rimborsare i propri tifosi.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it