Yonghong Li
Yonghong Li (©Getty Images)

NEWS MILAN – La società rossonera ha sistemato la vicenda inerente la panchina, confermando Gennaro Gattuso e rinnovandogli il contratto fino al 2021. Ma ci sono anche altre questioni di importanza primaria.

Una di queste è l’aumento di capitale. Il Consiglio di Amministrazione ha richiesto a Yonghong Li un versamento da 37,4 milioni di euro per coprire le spese di gestione fino al 30 giugno 2018, giorno di chiusura dell’esercizio. Una prima tranche doveva arrivare in questi giorni e il Corriere della Sera conferma che sono arrivati nelle scorse ore 11 milioni nelle casse del Milan. A maggio sarà versata poi un’ulteriore rata. Il presidente rossonero ha evitato di dove ricorrere a un nuovo prestito del fondo Elliott Management Corporation, pronto a venire in suo soccorso.

Ma per quanto riguarda l’hedge fund di Paul Singer c’è una partita più complicata da giocare. E’ quella del rifinanziamento del debito. La parte a carico del Milan (123 milioni più 7,7% di interessi) non è difficile da rifinanziare, dato che il club può dare delle specifiche garanzie ai finanziatori. I problemi sorgono per la parte che fa capo alla controllante Rossoneri Lux (180 milioni più 11,5% di interessi). Il Corriere della Sera spiega che la proprietà cinese ha rifiutato alcune proposte a tassi alti e spera di strappare condizioni migliori. Se ne sta occupando la banca d’affari americana Merrill Lynch, advisor con cui Marco Fassone e David Han Li sono in costante contatto.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it