Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – La settimana del rinnovo di Gennaro Gattuso da gioiosa si è trasformata in grigia. Colpa del pareggio di ieri tra Milan e Sassuolo che complica i piani stagionali.

Uno stop che rischia di pregiudicare quanto di buono fatto dai rossoneri negli ultimi mesi, da quando mister Rino si è seduto sulla panchina della prima squadra. Parole preoccupate e ricche di rimpianto quelle rilasciate da Gattuso ieri nel post-partita: “Oggi sarebbe facile andare alla ricerca di alibi, un po’ di stanchezza c’è e un po’ di gente sulle gambe anche, ma non è quello il problema. Ci è mancata cattiveria sotto porta, non ritmo e velocità. Ci sono stati cross, palle in area, piccole deviazioni: poi su di un solo tiro in porta abbiamo preso gol. Lo sviluppo del gioco c’è ma non facciamo male agli avversari. Siamo una squadra giovane e se un’altra oggi avrebbe mollato, noi non lo abbiamo fatto. È un periodo che raccogliamo poco: oggi sicuramente meritavamo molto di più”.

Come riporta la Gazzetta dello Sport Gattuso fa mea culpa per alcune scelte tattiche azzardate. Ma non ammette cali di concentrazione generali: “Abbiamo tentato di fare anche una sorta di 3-3-4 ma le cose vanno provate e invece noi siamo stati arruffoni. Abbiamo manovrato senza criterio e la colpa è mia ma ho solo provato a vincerla a tutti i costi. Abbiamo un sogno Champions da inseguire anche se così abbiamo perso una grandissima occasione per rimanere attaccati al treno qualificazione e questo brucia. Ci stiamo giocando l’Europa League, abbiamo tante squadre vicine, in questo momento il nostro obiettivo è quello, oltre alla finale di Coppa Italia. Non è che, siccome il sogno Champions si sta allontanando, non abbiamo più stimoli, assicuro che non è così”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it