Mateo Musacchio
Mateo Musacchio (©Getty Images)

MILAN NEWS – La partita di Mateo Musacchio contro il Sassuolo di domenica sera è stata lo specchio della sua esperienza rossonera: luci e ombre.

Lo scrive oggi Tuttosport, mettendo in luce il ritorno in campo del centrale argentino che finora non ha avuto vita facile con la maglia del Milan. Acquistato per 18 milioni di euro circa dal Villarreal, a inizio estate sembrava dovesse diventare il nuovo leader intoccabile della difesa rossonera. Ma l’arrivo di Leonardo Bonucci e il passaggio alla difesa a tre scelto dall’ormai ex tecnico Vincenzo Montella non hanno forse agevolato l’inserimento dell’argentino classe ’90 nel calcio italiano.

Prestazioni altalenanti e poco brillanti per Musacchio, relegato poi in panchina da Gennaro Gattuso dopo il suo arrivo in prima squadra e il cambio tattico al 4-3-3. L’ex Villarreal si è però sempre allenato con costanza, tanto che il mister rossonero lo ha inserito nella lista dei ‘big’ con cui confrontarsi quotidianamente: “Musacchio è un sudamericano vero, uno di quelli che ti dice le cose in faccia. Sono i giocatori che piacciono a me, si merita tutte le cose migliori al mondo”. Un attestato di stima che verrà presto confermato, visto che Musacchio partirà titolare contro il Napoli sperando che la sua prova sia migliore di quella anti-Sassuolo: errore sulla rete di Politano e poi assist vincente a Kalinic, un po’ lo specchio della sua stagione tra alti e bassi.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it