Marco Fassone
Marco Fassone (foto acmilan.com)

NEWS MILAN – Il club rossonero deve ancora risolvere il problema del rifinanziamento del debito con Elliott Management Corporation. Un totale da 303 milioni di euro più interessi, suddivisi tra Milan (123) e controllante Rossoneri Lux (180), da restituire entro ottobre 2018.

Il quotidiano Tuttosport riferisce che Marco Fassone ieri è volato a Londra per occuparsi della questione. Il dirigente è andato in Inghilterra più volte nelle recenti settimane. Sono fitti i contatti con la banca d’affari Bofa Merrill Lynch, advisor scelto dalla società rossonera per trovare un soggetto che rimpiazzi Elliott come creditore, concedendo tempi di restituzione più lunghi e tassi di interesse più bassi.

Non è ancora chiaro a che punto sia l’operazione. Se Fassone sia effettivamente vicino a un accordo per il rifinanziamento del debito oppure no. L’amministratore delegato del Milan si era detto più volte fiducioso di risolvere tutto entro la primavera, anche perché il 19-20 di aprile dovrebbe esserci l’incontro con l’UEFA per discutere del settlement agreement.

Presentarsi a Nyon con documentazione vincolante sul rifinanziamento aiuterebbe il club, che comunque potrebbe essere supportato da Elliott nel dimostrare la propria solidità economico-finanziaria. La speranza è quella di ottenere sanzioni non troppo pesanti in vista delle prossime stagioni. Il Milan dovrà rientrare nei parametri dei Fair Play Finanziario e conta di farlo senza subire eccessive penalizzazioni.

 

 

Redazione MilanLive.it