David Han Li Marco Fassone Massimiliano Mirabelli
David Han Li, Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Dopo tante voci finalmente ieri è spuntata la data ufficiale: venerdì 20 aprile il Milan volerà a Nyon con il suo stato maggiore per incontrare finalmente l’UEFA.

In ballo c’è una fetta di futuro della società rossonera, che spera di ottenere l’adesione al regime del settlement agreement senza incappare in sanzioni e punizioni fin troppo care ed esemplari. Il bilancio del Milan negli ultimi anni ha toccato punte di ‘rosso’ evidenti, ma nei mesi più recenti il club ha mostrato anche margini di crescita e risalita che fanno dunque filtrare un certo ottimismo sul dossier che il Milan presenterà venerdì all’organo di controllo dell’UEFA.

La delegazione milanista, come scrive la Gazzetta dello Sport, sarà composta dall’amministratore delegato Marco Fassone accompagnato dal direttore esecutivo David Han Li. Come detto i rossoneri sono ottimismi e positivi, pronti ad un patteggiamento che determini alcune inevitabili sanzioni ma niente di drammatico. Dalla parte del Milan c’è la crescita dei ricavi da stadio, quella dei diritti televisivi e la conquista da parte della squadra della finale di Coppa Italia. Tutti elementi che il club può finalmente iscrivere a bilancio e che possono rappresentare un punto di partenza importante in vista dei piani finanziari futuri. Senza dimenticare la figura dell’ente creditore Elliott Management Corporation, che si è sempre detto pronto a fare da garante nell’incontro di Nyon.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it