Lorenzo De Silvestri Ignazio Abate
La marcatura di Abate su De Silvestri in Torino-Milan (©Getty Images)

Fischio finale all’Olimpico ‘Grande Torino’. Il turno infrasettimanale della 33.a giornata si è appena concluso: Torino-Milan , il risultato finale.

Al secondo minuto di gioco, clamorosa ingenuità di Franck Kessié che perde palla su Ansaldi, poi commette rigore: dagli 11 metri Andrea Belotti spiazza Donnarumma ma colpisce in pieno la traversa. Lo schiaffo del rigore subito sveglia i rossoneri, che al 9′ passano in vantaggio con un gran gol di Giacomo Bonaventura che al volo di destro la mette all’incrocio: Sirigu può solo sfiorare. Nel corso del primo tempo qualche ammonizione e solo un colpo di testa pericoloso di Belotti che Gigio mette in angolo.

Nel secondo tempo qualche sofferenza di troppo per i rossoneri, che tra qualche acciacco e qualche errore individuale, subiscono il pareggio con De Silvestri di testa sugli sviluppi di un corner. Addirittura i granata vanno vicini al gol con un tiro in zona dischetto di Ljaijc: ma Donnarumma si esibisce in un’altra parata surreale. Nonostante le due punte, nessun’altra occasione degna di nota creata dal Milan: solo un tiro centrale di Patrick Cutrone da posizione defilata respinto da Sirigu. A tempo scaduto destro al volo di Ignazio Abate, autore di una partita molto negativa, che tocca il palo esterno. Un pareggio tutto sommato non negativo visti gli altri risultati, ma una volta di più è confermato che il Milan non ha alcuna possibilità di arrivare in Champions League.

Torino-Milan: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 9′ Bonaventura (ass. Biglia); 71′ De Silvestri.

Ammoniti: Rincon, Bonaventura, Baselli, Locatelli.

Espulsi: De Silvestri (doppia ammonizione).

TORINO: Sirigu 6; Nkoulou 6,5, Burdisso 6, Moretti 6; De Silvestri 6+, Rincon 5 (Dal 57′ Obi 5) (Dall’84’ Acquah 6), Baselli 6,5, Ansaldi 7; Ljajic 6; Falque 5 (Dal 63′ Edera 6,5), Belotti 6+. Allenatore: Mazzarri 6.

MILAN: Donnarumma 7; Abate 4,5, Bonucci 6, Zapata 6, Rodriguez 5,5; Kessié 5,5, Biglia 7 (Dal 66′ Locatelli 6), Bonaventura 6; Suso 5,5 (Dal 77′ André Silva ), Kalinic 5,5 (Dal 74′ Cutrone ), Borini. Allenatore: Gattuso.

Torino-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 7: incolpevole sul gol subito di testa da De Silvestri. Altra parata surreale invece sull’1-1: dopo Milik, è Ljaijc a doversi arrendere ad un’incredibile parata di super Gigio che manda in angolo un pallone destinato in rete.

Abate 4,5: partita assolutamente insufficiente del terzino destro. Niente di buono per lui: prima si perde Falque sul tiro sbilenco di Ansaldi, non contento, nella ripresa si fa bruciare da De Silvestri in occasione del gol. Per nulla utili le sue sovrapposizioni, in fase difensiva è poco cattivo mentre in costruzione non azzecca una giocata. Solo nel finale prova il tiro della vita, al volo, ma è sfortunato e becca il palo esterno.

Bonucci 6: altro gol subito per caso, o meglio, per disattenzione dei singoli su palla inattiva. Il capitano tiene bene sui diretti avversari e contiene Belotti.

Zapata 6: qualche duello in velocità con Belotti, ma tutto sotto controllo per il colombiano. Peccato per il gol subito e i tre punti non portati a casa. Nella ripresa la squadra è apparsa troppo bassa nel baricentro, lasciando troppo il fianco agli avversari.

Rodriguez 5,5: qualche amnesia in difesa, ma oggi se la cava meglio rispetto al solito. In costruzione invece poco incisivo.

Kessié 5,5: ingenuità clamorosa nei primi minuti sul pallone perso e il rigore commesso su Ansaldi. Poche folate offensive, nessun cambio di passo in mezzo al campo.

Biglia 7: sempre perfetto in interdizione, posizionato nel posto giusto nel momento giusto. Peccato per qualche verticalizzazione non provata, ma non è solo colpa sua. Dà tempi, ritmo e geometrie alla squadra: imprescindibile per Gattuso.

Bonaventura 6: gran destro al volo all’incrocio, ma poi? Merito a Jack per il gol dopo il momento poco positivo. Dopo il vantaggio però, sia lui che la squadra non danno il colpo di grazia all’avversario.

Suso 5: troppo poco lucido lo spagnolo in fase offensiva. Dà una grande mano ad Abate in perenne difficoltà, ma lì davanti non ne azzecca una. Al di là della sua prevedibilità, non è minimanete incisivo. Gattuso si arrabbia con lui dopo un’ottimo contropiede partito dalla difesa, poi sprecato con un passaggio pessimo in avanti.
(Dal 77′ André Silva s.v.: qualche buon controllo spalle alla porta, ma poi nient’altro. Servito poco e male negli ultimi minuti).

Borini 6: gran duello con De Silvestri su quella fascia. Qualche buon spunto del jolly rossonero, oggi al posto di Calhanoglu infortunato al ginocchio, ma niente che crei pericolo alla retroguardia granata. Sufficiente la sua prova per voglia e abnegazione.

Kalinic 5,5: tanti movimenti davanti, ma non viene mai servito in profondità. Quando riceve spalle alla porta non riesce quasi mai a concludere niente di positivo per la squadra. L’impressione che gli manchi imprevedibilità e malizia è sotto gli occhi di tutti.
(Dal 74′ Cutrone 6: mille movimenti in profondità, servito con un rasoterra da Kessié prova la conclusione che Sirigu respinge. Nei minuti finali cross imprecisi in area ed un passaggio errato di Silva che poteva metterlo solo davanti al portiere).

All. Gattuso 5,5: inizia malissimo il match, poi l’errore su rigore e vantaggio di Bonaventura. Il Milan però non riesce ad ammazzare (sportivamente parlando) il match, arrivando a giocare il secondo tempo in maniera blanda e gestendo male il possesso. Baricentro basso e subito gol subito (colpa anche della marcatura di Abate). Donnarumma salva su Ljaijc, le due punte non scuotono il Milan e Gattuso porta a casa un punto non da buttare ma neppure di cui andarne fieri. La Champions League è ormai impossibile, ma il sesto posto valido per l’Europa League va necessariamente difeso a tutti i costi.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it