Urbano Cairo Andrea Belotti
Urbano Cairo e Andrea Belotti (foto TorinoFC.it)

CALCIOMERCATO MILAN – Il nome di Andrea Belotti potrebbe tornare di moda nelle cronache di calciomercato a fine stagione. Nonostante la stagione non esaltante, il ‘Gallo’ mantiene estimatori.

Il Torino, in ogni caso, non farà troppi sconti. Impensabile che Urbano Cairo possa ancora pretendere 90-100 milioni di euro come nella scorsa estate. Più probabile che la richiesta si attesti attorno ai 60 milioni, anche se oggi il valore del giocatore è comunque inferiore a tale cifra. Si è parlato di un Milan ancora interessato, però non ne siamo troppo convinti a dire il vero. Per l’attacco serve un bomber con un po’ più di esperienza internazionale.

Calciomercato Milan, Cairo sul futuro di Belotti

Il presidente Cairo, intervistato da GR Parlamento, ha parlato della mancata cessione di Belotti nella scorsa estate e delle sue intenzioni per il futuro: “Non mi sono pentito di non averlo ceduto lo scorso anno, anche per il prossimo l’obiettivo è tenerlo e ripartire alla grandissima. Questo è il campionato dei rimpianti credo che ci fosse una squadra importante. Ma ci è mancato Belotti che, fermato da due infortuni, ha perso tre mesi di campionato. Avevamo puntato molto su di lui non vendendolo”.

Il patron granata conferma la volontà di tenere il proprio gioiello. Ovviamente non è escluso che di fronte a un’offerta importante possa partire. Anzi, è altamente probabile. Oggi è normale che Cairo dica di voler confermare Belotti anche per la prossima stagione. Però si sa che in sede di calciomercato tutto può succedere e certe dichiarazioni contano poco. Con la giusta proposta economica, il Torino cederà il ‘Gallo’.

Vedremo se il Milan farà un nuovo tentativo per assicurarsi il centravanti granata oppure se virerà su altri obiettivi per rinforzare l’attacco. Considerando che ci sono già giovani come André Silva e Patrick Cutrone, è possibile che Massimiliano Mirabelli prediliga un profilo più d’esperienza per sostituire il sicuro partente Nikola Kalinic.

 

Redazione MilanLive.it