Bologna-Milan
L’esultanza dei rossoneri in Bologna-Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Maggio è sempre il mese della conclusione, della resa dei conti, dei bilanci al termine di una stagione calcistica. Per il Milan invece diventa periodo cruciale anche per il futuro.

I rossoneri infatti, tra campo e scrivanie societarie, attendono con ansia ed impazienza i prossimi giorni primaverili: tanti gli obiettivi da raggiungere, in primis la qualificazione alla prossima Europa League. Le ultime tre gare di campionato saranno determinanti: il 5 maggio a San Siro sarà ospite l’Hellas Verona, ad un passo dalla retrocessione in B. Poi il 13 maggio scatterà lo scontro diretto a Bergamo con l’Atalanta, che occupa attualmente il sesto posto, mentre il 20 maggio come chiusura altra sfida diretta con la Fiorentina in casa. Tre gare che determineranno la classifica finale della banda Gattuso.

Importantissimo, forse più di tutti, l’impegno del 9 del mese: all’Olimpico di Roma il Milan sfiderà la Juventus nella finalissima di Coppa Italia, un match che può letteralmente ribaltare una stagione, perché consegnerebbe un trofeo ai rossoneri e regalerebbe l’automatica qualificazione in Europa.

Ma anche la dirigenza e la proprietà cinese sono attese da un maggio di fuoco: nella seconda metà del mese arriverà il responso UEFA riguardo alle sanzioni e alle restrizioni imposte dal Fair Play Finanziario dopo la domanda già avvenuta ad aprile per aderire al settlement agreement. Da chiarire nelle prossime settimane anche il rifinanziamento del debito da 303 milioni di euro con Elliott Management Corporation e l’avvio dei lavori di ristrutturazione del centro sportivo di Milanello. Tutto questo nei prossimi trenta giorni, mentre da giugno in poi sarà il calciomercato a farla da padrone come argomento in casa rossonera.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it