Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – La stagione del Milan è finita. Tantissime partite giocate, tanti alti e bassi. Si chiude con il sesto posto in classifica, che permette ai rossoneri l’accesso diretto ai gironi di Europa League.

Finite le questioni di campo, adesso iniziano quelle della campagna acquisti. La società di via Aldo Rossi è consapevole del fatto che, per puntare ad obiettivi più ambiziosi, c’è bisogno di rinforzare la rosa, soprattutto per creare delle alternative, numeriche e tattiche. Lo ha spiegato perfettamente Gennaro Gattuso ieri in conferenza stampa.

Insomma, il club ha le idee già abbastanza chiare, grazie anche alle indicazioni fornite dal proprio allenatore. Premium Sport ha rivelato le possibili linee guida per il prossimo mercato. La prima certezza è che si ripartirà dal 4-3-3, modulo che ha permesso al Milan di esprimersi al meglio delle sue possibilità. Per fare il salto di qualità, però, bisogna allungare la panchina.

Quest’anno, infatti, in rosa non c’è un centrocampista con le stesse caratteristiche delle due mezzali titolari – Franck Kessié e Giacomo Bonaventura (che non è in vendita) -, così come non c’è un esterno d’attacco che possa far rifiatare Suso e Hakan Calhanoglu; Fabio Borini, per quanto utile alla causa, ha caratteristiche completamente diverse dai due. Ecco perché, spiega Carlo Pellegatti, l’obiettivo di Massimiliano Mirabelli è quello di acquistare tre giocatori: un centrocampista, un’ala e, chiaramente, un attaccante di livello.

Per quanto riguarda quest’ultimo, non si può più sbagliare. Al Milan, quest’anno, è mancato proprio un centravanti puro: Nikola Kalinic non lo è mai stato, André Silva ha avuto difficoltà di adattamento e Patrick Cutrone (18 gol in stagione) non poteva fare più di così. Servirà un acquisto importante dunque in quel ruolo: per farlo, però, bisognerà cedere qualcuno.

 

Redazione MilanLive.it