Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Missione compiuta, sesto posto conquistato e serenità in vista della prossima stagione. Ora Gennaro Gattuso dovrà solo rispettare il ‘fioretto’: 30 km a piedi da casa a Milanello.

A parte gli scherzi, il suo Milan ha chiuso la stagione in maniera positiva, guadagnandosi sul campo l’obiettivo minimo del proprio campionato. Gattuso, come riferito ieri nel post-partita con la Fiorentina, ha voluto ringraziare tutti: “Ripartiremo da qui, da questo entusiasmo e dallo zoccolo duro che abbiamo formato. Niente era scontato e niente era facile: merito della squadra che ha sempre seguito e rispettato quanto proposto da me e dal mio staff, non c’è stata una polemica e nessun bordello da parte chi giocava meno: il 99% dei meriti è della squadra”.

Il futuro porterà sicuramente una qualificazione ai gironi di Europa League, ma soprattutto rinforzi sul mercato richiesti da Gattuso con una certa enfasi, come sottolineato dalla Gazzetta dello Sport di oggi: “Mi aspetto pochi rinforzi ma funzionali, tra cui un centrocampista e un esterno. Servono giocatori d’esperienza, che si può avere anche a 24-25 anni se si hanno alle spalle tante gare ben fatte. Oggi a tavola abbiamo parlato 4 ore con Fassone e Mirabelli e presto ci rivedremo, siamo giovani e dobbiamo rinforzarci”.

La sua creazione migliore si chiama Hakan Calhanoglu, l’uomo in più del suo Milan rilanciato proprio dalla cura-Gattuso: “Calhanoglu? Speriamo non si convinca di essere Brad Pitt ma ripensi da dove è partito. Ci ho perso tempo e lui mi ha dato tanto: non lo invento io, l’ho solo fatto ritrovare”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it