Gennaro Gattuso Marco Fassone Massimiliano
Gennaro Gattuso tra Marco Fassone e Massimiliano (foto acmilan.com)

NEWS MILAN – La decisione dell’UEFA di bocciare la richiesta di settlement agreement ha creato problemi nel club rossonero. Scontata la preoccupazione dei tifosi e anche della squadra per i risvolti futuri, con un calciomercato che al momento è forzatamente fermo in attesa dell’ultima sentenza che arriverà da Nyon verso metà giugno.

In casa Milan ci si attendeva di poter partire con la campagna acquisti, invece bisognerà attendere. La dirigenza si attendeva delle sanzioni, ma non il rifiuto comunicato martedì. Un fatto che frena le manovre del direttore sportivo Massimiliano Mirabelli per una quindicina di giorni, rischiando di compromettere qualche trattativa. Inoltre, lo scenario verificatosi rischia anche di creare un po’ di sfiducia da parte di alcuni giocatori nei confronti del club rossonero, viste le vicende successe.

E la questione UEFA può creare qualche preoccupazione anche interna, alla squadra e a mister Gennaro Gattuso. Il gruppo ha conquistato la qualificazione diretta in Europa League sul campo e un’eventuale esclusione dalla competizione potrebbe essere vista molto male. Qualche calciatore potrebbe chiedere la cessione e a quel punto sarebbe anche più complicato fare una campagna acquisti di livello, perché senza Europa non si possono attirare nomi importanti. In ogni caso, un risvolto così grave sembra improbabile. L’esclusione dalle competizioni europee solitamente viene decisa solo in caso di insolvenze da parte della società, ma al Milan gli stipendi vengono pagati e anche i debiti verso altri club sono onorati. La dirigenza si sta muovendo con Marco Fassone, i legali e l’ufficio finanziario in vista dell’ultima sentenza UEFA.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it