Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – E’ tempo di lasciar perdere le scaramucce, le proteste e le parole al vento. Il Milan deve agire per risolvere le sue problematiche interne.

Non a caso Marco Fassone, il dirigente principale del nuovo corso italo-cinese in casa rossonera, dovrà rimettersi al lavoro per cercare di risolvere sia il contenzioso con l’UEFA sia la questione del rifinanziamento. La camera di giudizio di Nyon si esprimerà a metà giugno, dunque l’amministratore delegato ha ancora tempo per cercare di rimescolare le carte ed evitare la pesantissima estromissione del Milan dalla prossima Europa League. Come scrive Tuttosport il dirigente in questi giorni studierà le strategie e le contromosse, per inviare a Nyon un business plan più completo e più rassicurante, con la speranza che l’UEFA non abbia in realtà già deciso da giorni di sanzionare i rossoneri in maniera dura.

Altra missione di Fassone sarà a Londra: in settimana l’a.d. del Milan volerà nella capitale inglese per cercare di risolvere la questione rifinanziamento. Lo stesso Fassone ha ammesso tempo addietro di avere 4 opzioni sul tavolo per gestire al meglio il debito con Elliott Management e in Gran Bretagna potrebbe incontrare sia l’advisor Merril Lynch per stabilire la strategia migliore, sia Gordon Singer, uno dei rappresentanti di spicco di Elliott per valutare il da farsi. Novità importanti sul rifinanziamento darebbero sicuramente maggiore credibilità anche di fronte al giudizio di Nyon.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it