Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il Mondiale di Carlos Bacca e della sua Colombia è giunto al termine proprio ieri, agli ottavi di finale contro l’Inghilterra. Decisivo proprio un suo errore dal dischetto, nonostante una buona prova dal momento dell’ingresso in campo.

Terminata, per lui, l’avventura in Russia, ora si può ritornare a parlare con maggiore concretezza del suo futuro. Da diversi mesi ormai il calciatore dichiara apertamente di voler continuare in Spagna: nell’ultima stagione è stato mandato in prestito con diritto di riscatto al Villarreal, club nel quale ha collezionato 43 partite totali (Liga, Copa del Rey ed Europa League) segnato 18 gol e 6 assist. Nello specifico in campionato ha giocato 35 partite segnando 15 gol. Uno score non invidiabile, ma nemmeno deludente tutto sommato. Adesso però stanno cominciando ad emergere tutte le difficoltà di un suo riscatto definitivo, e dunque addio al Milan. I problemi sono tanti, molti dei quali anche facilmente intuibili.

Calciomercato Milan, Bacca: cessione complicata!

Bacca compirà 32 anni il prossimo settembre, e già questo di per sé è un punto parecchio a suo sfavore. Inoltre percepisce uno stipendio quasi da top player, circa 3,5 milioni di euro netti a stagione. La valutazione che il Milan fa del suo cartellino è di almeno 13 milioni secondo il Corriere dello Sport, cifra minima per evitare una minusvalenza rispetto alla cifra (considerato l’ammortamento dal luglio 2015 ad oggi) spesa in passato da Adriano Galliani.

Va considerato anche il poco impatto sui risultati della squadra, che ha chiuso il campionato con l’accesso diretto all’Europa League (quinto posto), ma a ben 12 punti dal Valencia quarto e qualificato in Champions League. Pensare che il Villarreal possa investire una cifra mediamente alta per un giocatore dalle problematiche sopraelencate, appare ad oggi molto difficile. L’intenzione del club spagnolo, secondo indiscrezioni, erano di riscattarlo a circa 8 milioni di euro.

Bacca con il Milan ha un contratto in essere acora per altre due stagioni, fino al giugno 2020. Nel caso non si riuscisse a venderlo alle condizioni richieste da Massimiliano Mirabelli, non è così surreale pensare che possa restare in rossonero. Nei prossimi giorni è previsto un incontro a Casa Milan con l’agente di Bacca, per discutere in maniera approfondita la situazione. Oltre al Villarreal, si erano fatti avanti anche club turchi, ma l’ipotesi non convinceva il giocatore.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it