Marco Fassone
Marco Fassone (foto acmilan.com)

NEWS MILAN – Mentre si attende di capire quali saranno le prossime mosse di Yonghong Li, la società rossonera va avanti con il proprio lavoro. Oltre al calciomercato, c’è anche il ricorso al TAS di Losanna.

Com’è risaputo, il Milan ha deciso di ricorrere al Tribunale Arbitrale dello Sport dopo la sentenza UEFA che ha escluso la squadra dalle competizioni europee per una stagione. Marco Fassone spera di ottenere una revisione del verdetto negativo emesso dalla Camera Giudicante di Nyon. Il Corriere dello Sport scrive che prosegue il lavoro alla memoria difensiva da parte del pool di avvocati. L’avvocato Roberto Cappelli, il consulente Umberto Lago e uno studio svizzero hanno organizzato una documentazione che sarà decisiva per la riammissione o meno alle competizioni europee.

La strategia si baserà sul fatto che il Milan ha sforato i limiti del Fair Play Finanziario nel corso della vecchia gestione e che altri club in situazioni simili o peggiori non hanno ricevuto lo stesso trattamento. L’esclusione dall’Europa è una sanzione sproporzionata allo scenario presente in casa rossonera. E si affronta anche l’argomento relativo al business plan, che l’UEFA ha ritenuto poco credibile. Il TAS di Losanna dovrebbe emettere una verdetto intorno al 19-20 luglio.

 

Redazione MilanLive.it