Riccardo Silva
Riccardo Silva (©Getty Images)

NEWS MILAN – Il club rossonero è finito nelle mani del fondo Elliott Management Corporation e molti si domandano cosa succederà adesso. La nuova proprietà ha fatto sapere di voler rilanciare il Milan ad alti livelli, però tutti attendono le mosse concrete.

Stando alle indiscrezioni raccolte da Milano Finanza, la volontà del patron Paul Singer è quella di trattare l’investimento nel Diavolo come un vero e proprio business. L’obiettivo è quello di risanare la società, rilanciarla anche a costo di tenerla in gestione per una durata fino a cinque anni e poi rivenderla a un prezzo che nelle intenzioni dell’hedge fund americano sarebbe attorno al miliardo di euro. Per Elliott, che ha un giro d’affari da circa 40 miliardi, l’investimento nel Milan non pesa e può anche dare un ritorno di immagine importante. Il calcio ha un grande potere sotto questo aspetto.

News Milan, Riccardo Silva affiancherà Elliott?

Non è escluso che il fondo della famiglia Singer possa aprire a breve all’entrata di un socio di minoranza. Milano Finanza conferma l’indiscrezione del Financial Times per quanto riguarda il nome di Riccardo Silva. Nessuna ambizione di un futuro acquisto della maggioranza delle quote per l’imprenditore milanese e milanista, che punterebbe a prendere azioni comprese tra il 5 e il 20%. Ne starebbe già discutendo con Elliott.

Il fondatore di MP&Silva, nota società operante nei diritti televisivi (ceduta due anni fa ai cinesi di Everbright e Baofeng) non assumerebbe alcun ruolo operativo nel Milan. Però la sua conoscenza delle dinamiche del calcio italiano sarebbe utile all’hedge fund americano, che conosce da tempo da Silva e ha già sondato la sua disponibilità ad entrare nel club come azionista minoritario quando ha capito che probabilmente Yonghong Li sarebbe uscito di scena. Adesso bisognerà vedere se effettivamente i Singer lo faranno entrare nel pacchetto azionario del Diavolo. Prima, però, ci sono altre vicende di cui occuparsi e che riguardano soprattutto la riorganizzazione interna del Milan. Infatti, il management presto dovrebbe cambiare.

 

Redazione MilanLive.it