Demetrio Albertini
Demetrio Albertini (©Getty Images)

MILAN NEWS – Coinvolto nell’organizzazione del Gran Galà del Calcio AIC 2018, uno degli eventi più attesi dell’anno sportivo italiano, Demetrio Albertini è tornato a parlare di Milan.

L’ex regista e attuale dirigente italiano vive da spettatore tutto il caos che sta regnando dalle parti di Milanello. Albertini è stato molto spesso accostato ad un futuro ruolo dirigenziale in rossonero ma per ora non c’è mai stato nulla di concreto e serio come ammesso proprio dal diretto interessato in un’intervista pubblicata dal sito stesso del Gran Galà AIC. 

Albertini è stato prima interpellato sul momento difficile del Milan a livello societario, con i troppi misteri attorno alla vecchia proprietà e ai progetti futuri: “È come se il Milan fosse avvolto da uno strato di nebbia. Invece la chiarezza è sempre la cosa più bella. Penso che i tifosi del Milan si stiano sentendo come sulle montagne russe: passano da momenti di entusiasmo a momenti di dubbio e di paura. I tifosi rossoneri non meritano questo. Su Elliott è difficile esprimersi perché sono trattative talmente private… e io non voglio essere superficiale. Non conosco le reali intenzioni del fondo americano”.

Poi ha confermato la mancanza di contatti veri con il Milan per un ruolo all’interno della dirigenza: “Non sono mai stato contattato. Sto percorrendo da anni la mia strada e sarebbe un sogno che si incrociasse con quella del Milan”. E chissà che nei piani di Elliott Management o dei futuri proprietari non ci sia anche quello di puntare su una bandiera rossonera del passato come Albertini, uomo che a livello dirigenziale ha sicuramente un’esperienza rilevante e non secondaria.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it