Michele Uva
Michele Uva (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ieri mattina è iniziata una nuova era al Milan. A dirigere le operazioni, dopo un anno targato Cina, Elliott Management Corporation, che ha ridisegnato il consiglio di amministrazione.

Importante la decisione di rimuovere Marco Fassone dal ruolo di amministratore delegato. L’ormai ex dirigente rossonero è stato preso di mira dalla nuova proprietà soprattutto per la gestione di dei contratti in società. Intanto però si pensa ad un sostituto e i nomi sul piatto sono tanti. In pole in questo momento pare esserci Ivan Gazidis, attuale chief officer executive dell’Arsenal, molto vicino al fondo americano. Ma occhio anche alla forte candidatura di Umberto Gandini, che insieme a Leonardo formerebbe la coppia dei ritorni.

Nella giornata di ieri è spuntato fuori anche il nome di Michele Uva, vice presidente dell’UEFA e direttore generale della FIGC. Stando a quanto riportato poco fa da Sky Sport, Uva avrebbe detto di essere onorato di questa possibilità, ma vuole continuare la sua carriera in ambito federale e nell’organo europeo. Opzione in meno quindi per i rossoneri. Il cerchio inizia a stringersi. Così come il tempo. Il Milan ha bisogno di un nuovo amministratore delegato, prossimi giorni decisivi.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it