Mattia Caldara
Mattia Caldara (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Manca ancora un tassello centrale all’interno del maxi scambio tra Milan e Juventus che si sta consumando nelle ultime ore, ma intanto due su tre calciatori coinvolti hanno dato il proprio ok.

Mattia Caldara, giovane centrale che la Juve ha già messo sotto contratto un anno e mezzo fa dall’Atalanta, senza però farlo mai giocare in gare ufficiali con la maglia bianconera, ha detto sì alla proposta del Milan. Uno dei crucci dunque di questa operazione estiva da primato è stato risolto: qualcuno pensava che Caldara potesse essere poco attratto dall’ipotesi rossonera, invece il classe ’94 si è convinto quasi subito, anche grazie al feeling tra Giuseppe Riso, suo agente, e la società di via Aldo Rossi.

Non vi sarà nessun diritto di recompra a favore della Juventus: Caldara è la contropartita tecnica ideale per il Milan nell’affare che porterà Leonardo Bonucci di nuovo a Torino, sotto sua assoluta e voluta indicazione. Il capitano rossonero è disposto persino ad abbassarsi l’ingaggio fino a 5,5 milioni netti a stagione pur di tornare dalle parti di Vinovo e dare l’assalto alla Champions League. Caldara invece non giocherà questa prestigiosa competizione, ma si è reso conto che al Milan sarebbe potuto diventare un titolare fisso della difesa, andando così a percepire 3 milioni netti di stipendio (alla Juve era fermo a 2) e prendere punti nella corsa ad un posto in Nazionale maggiore.

L’unico problema resta sempre lui: Gonzalo Higuain; come scrive oggi la Gazzetta dello Sport senza il sì dell’argentino l’affare non si sbloccherà definitivamente, anche se c’è l’impressione che lo scambio Bonucci-Caldara sia ormai ad un passo, a prescindere dalle decisioni e dai capricci del ‘Pipita’.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it