marco bellinazzo
Marco Bellinazzo (foto Twitter)

MILAN NEWS – L’operazione di mercato tra Milan e Juventus fa parlare un po’ tutti, sia per l’importanza a livello tecnico dello spostamento dei tre calciatori in questioni, sia per gli equilibri finanziari dei club.

A dare un parere prattamente legato all’aspetto economico dello scambio c’ha pensato Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore che è intervenuto poco fa a Radio24 per discutere proprio del passaggio di Higuain e Caldara al Milan e del ritorno di Bonucci alla Juventus con tutti i risvolti nascosti del caso.

Bellinazzo ha spiegato, tra plusvalenze e ammortamenti vari, qual è l’utilità primaria dell’operazione tra Milan e Juventus: “La Juventus ha valutato Caldara 40 milioni di euro e dunque ha messo a punto una plusvalenza importante, scaricando poi tutto il peso economico di Gonzalo Higuain sul Milan, ben 30 milioni di euro tra ammortamento ed ingaggio risparmiato”.

E’ interessante vedere come l’affare possa essere stato un primo segnale della forza di Elliott Management come fondo proprietario del Milan, avendo ottenuto due giocatori importanti sacrificandone uno solo: “Con l’operazione Bonucci-Caldara-Higuain, il Milan americano lancia un forte segnale sulle sue capacità e sulle strategie per risollevare il club. Un messaggio anche all’UEFA con cui a breve dovrà ridiscutere del settlement agreement, dimostrando però di essere un fondo solido e intenzionato ad arricchire il Milan”.

Infine un parere più ‘tecnico’ sul ritorno di Leonardo Bonucci alla Juventus: “Operazione giusta, anche a livello di spogliatoio; Bonucci è il leader che poteva mancare alla Juve dopo l’addio di Buffon”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it