Sergio Ramos e Gonzalo Higuain (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non sarà stata la prova più scintillante di sempre, ed il risultato dell’amichevole del ‘Bernabeu’ non appare tra i più positivi, ma il Milan può essere soddisfatto della prestazione messa in campo ieri a Madrid.

Nella sfida amichevole contro il Real Madrid, a otto giorni dall’esordio ufficiale in campionato contro il Genoa, si sono visti importanti progressi dal punto di vista del gioco e della personalità di un Milan che inizia a promettere bene. I blancos si sono imposti per 3-1 aggiudicandosi il trofeo ‘Santiago Bernabeu’ ma i rossoneri hanno tenuto testa per quasi tutto il match ad una formazione, quella di Lopetegui, campione d’Europa in carica e già ricca di campioni in forma smagliante.

La vera nota lieta si chiama Gonzalo Higuain; come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, l’argentino si è subito presentato al meglio. Nessuna titubanza contro la sua ex squadra, anzi dopo il gol lampo di Karim Benzema è stato il nuovo numero 9 milanista a rubare la scena con un destro perfetto che pareggiava i conti. Lampi del ‘Pipita’ che fanno ben sperare, come il primo tempo ben giocato dagli uomini di Gennaro Gattuso, sempre in partita fino al 45′ minuto, quando Gareth Bale puniva sugli sviluppi di un corner la difesa distratta del Milan, portando i padroni di casa di nuovo avanti.

I tanti cambi nella ripresa hanno stravolto l’incontro, ma il Milan ha continuato a provarci: Suso costruiva palle gol importanti, ma il tandem inedito Bacca-Cutrone non era in grado di sfruttarle. La parola fine al match la metteva Borja Mayoral con il tap-in vincente del 3-1 nel finale, dopo un’invenzione di quel Luka Modric applaudito come un eroe dai tifosi del Real che sperano così di convincerlo a restare ed abbandonare l’ipotesi di un passaggio all’Inter. Un buon Milan dunque a Madrid, con difesa ancora da registrare ma un Higuain già in forma campionato.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it