UEFA logo
UEFA logo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Mentre il campionato del Milan è finalmente cominciato con la prima gara a Napoli, emozionante ma alla fine deludente, si continua ad attendere comunicazioni da parte della UEFA.

Il club rossonero, dopo la sentenza positiva del Tas di Losanna che ha riammesso la squadra di Gennaro Gattuso in Europa League, spera di poter presto trattare un voluntary agreement o almeno un settlement agreement con sanzioni non eccessive. Ma non accadrà nulla prima della metà di settembre. Visto che, come riportato oggi da Il Giorno, pare che il Tribunale Arbitrale dello Sport non pubblicherà le motivazioni di sentenza prima quel periodo.

Prima della comunicazione di tali motivazioni, l’UEFA non può muoversi, anche se non è escluso che possa o proporre una nuova sentenza personale (meno severa) per il Milan o decidere di discutere l’adesione al settlement agreement. Il club in realtà spera che la Camera Giudicante rimandi tutto alla Camera Investigativa di Nyon, in modo da poter chiedere l’adesione al più leggero voluntary agreement.

Tutto comunque rimandato a dopo la metà del mese di settembre, con il Milan che nel frattempo ha operato nel pieno rispetto del Fair Play Finanziario per evitare di compromettere la posizione economica attuale. Eventuali sanzioni in arrivo dalla UEFA saranno dunque più soft del previsto e dilazionate nel tempo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it