UEFA logo
Logo UEFA (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il mese di settembre appena cominciato sarà per il Milan una sorta di periodo-chiave per il proprio futuro, e non solo per quanto riguarda gli impegni di campo fra Serie A ed Europa League.

La società rossonera infatti è attesa al varco dai giudici di Nyon; a breve dovrebbero essere pubblicate infatti le motivazioni che hanno spinto a luglio il Tas di Losanna ad annullare la sentenza della UEFA sulla squalifica del Milan dalle coppe europee; dopo di che il club dovrà ridiscutere e trattare con l’organo centrale del calcio europeo un accordo per i prossimi anni. E’ sicuramente attesa una sanzione pecuniaria per non aver rispettato i parametri del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017, ma il Milan spingerà per aderire al Voluntary agreement, l’ormai noto regime di auto-denuncia che permetterà al club di creare un business plan concreto e un rientro dalla massa debitoria senza l’assillo del FFP.

Come scrive oggi Tuttosport, settembre sarà anche il mese in cui il Milan sceglierà il suo nuovo amministratore delegato: si attendono risposte concrete da Ivan Gazidis, il manager preferito da Elliott Management, ma il dirigente dell’Arsenal sta ancora tergiversando parecchio. I rossoneri sperano di convincerlo a breve, visto che al suo arrivo è legato anche il ritorno di Umberto Gandini dalla Roma, il cosiddetto ‘Ministro degli esteri’ che sarebbe figura decisiva proprio nei rapporti tra il Milan e la UEFA.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it