Davide Calabria
Davide Calabria (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’anno appena iniziato sarà molto importante per il Milan. Molti sono attesi al varco per la consacrazione, compreso l’allenatore. Davide Calabria è uno di questi.

Non è facile trovare in giro per l’Italia terzini con le qualità del rossonero. Diligente, ordinato in fase difensiva; presenza costante in quella offensiva, sempre in appoggio al centrocampista di riferimento o all’ala. La catena di destra è quella che funziona meglio anche grazie a lui: Franck Kessié e Suso possono sempre contare sulla sua cavalcata, proprio come un terzino consumato. Invece Davide ha soltanto 21 anni (22 a dicembre) e si è appena affacciato al grande calcio. Ci ha messo poco a conquistare Gennaro Gattuso lo scorso anno. Ad oggi è un titolare inamovibile della squadra, in attesa di Andrea Conti (a proposito di problemi di abbondanza).

Adesso per lui, così come anche per altri milanisti, è arrivato il momento di passare da giovane promettente a calciatore affermato. Ed è decisamente sulla strada giusta: a Napoli ha commesso qualche errore di posizionamento, ma in generale la sua prestazione, contornata anche dal gol del momentaneo 2-0, non è stata negativa. Contro la Roma, invece, è stato quasi perfetto. Sì, quasi, perché la perfezione non esiste. Sotto gli occhi di Paolo Maldini, indiscutibile idolo di ogni ragazzo cresciuto a pane e Milan – figuratevi per un terzino -, ha giocato una partita di “mestiere”, con pochissime sbavature.

Ma quello che ha colpito di più della sua partita è stata la determinazione, la grinta e la voglia di non mollare nemmeno un centimetro. Grazie a queste qualità è riuscito ad anticipare il passaggio di Steven N’Zonzi diretto a Stephan El Shaarawy e a servire Gonzalo Higuaìn, il quale, con Patrick Cutrone, ha completato l’opera. Ecco, Cutrone, l’altro giovane cresciuto nella Primavera insieme a Calabria e Gianluigi Donnarumma. E anche insieme a Manuel Locatelli, passato però al Sassuolo.

Soltanto Gigio è stato convocato da Roberto Mancini per le prime due gare della Nations League, gli altri due sono invece rimasti con l’Under 21. Passi Cutrone, che ha tanta concorrenza davanti, ma risulta “particolare” la scelta di non convocare Calabria, considerando che è uno dei migliori terzini del nostro campionato. A lui sono stati preferiti Davide Zappacosta e Manuel Lazzari (Spal) – che non è un vero terzino, ma un esterno a tutta fascia. Il c.t. si è lamentato dello scarso minutaggio degli italiani in Serie A. Evidentemente il tecnico non guarda le partite del Milan.

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it