Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Quella notte del San Paolo di ormai due settimane fa è stato forse uno dei punti più bassi dell’esperienza milanista per Gianluigi Donnarumma.

Il giovane portiere del Milan ha iniziato ad essere considerato ‘terreno’ dopo il caos scaturito dal suo rinnovo contrattuale, prima rifiutato poi accettato con cifre iperboliche per un ragazzo classe ’99. Prima di quel momento Gigio era un idolo della tifoseria, un campionissimo in erba e l’erede designato di Buffon un po’ per tutti. Oggi è un comunissimo mortale, che commette errori come ogni altro portiere al mondo e che non merita di essere idolatrato e un attimo dopo incensato di critiche, bensì dovrebbe essere lasciato crescere e maturare in pace.

Intanto Donnarumma si è riversato nel ritiro della Nazionale maggiore, tra le braccia di Roberto Mancini, c.t. che punterà su di lui come titolare per l’esordio ufficiale del nuovo corso azzurro contro la Polonia. E domani sera a Bologna il numero 99 del Milan rivedrà parzialmente i fantasmi del San Paolo, ritrovandosi di fronte Piotr Zielinski, l’uomo che con i suoi due tiri da lontano ha causato gli errori (soprattutto sul primo gol) di Donnarumma e l’automatica rimonta vincente del Napoli sul Milan. Le conclusioni insidiose del polacco hanno tolto sicurezza dalle mani di Gigio, che dovrà provare a riacquisirla già da domani, affrontando l’incubo Zielinski ma soprattutto mostrando a tutta Italia di essere il più meritevole tra i portieri azzurri, e non un semplice ‘enfant prodige’ da quattro soldi.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it