Gonzalo Higuain Hakan Calhanoglu
Gonzalo Higuain Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

MILAN NEWS – Altro giro, altra corsa. Anche nella gara odierna, la trasferta che il Milan affronterà stasera in casa del Sassuolo, la formazione dovrà mutare in qualche modo.

L’attacco è ancora una volta in emergenza, e se possibile anche maggiore di quella testata ad Empoli. Perché come ricorda la Gazzetta dello Sport Gonzalo Higuain non è stato convocato per via del dolore al flessore non ancora riassorbito perfettamente, mentre saranno a disposizione sia Patrick Cutrone che Fabio Borini, ovvero gli altri due centravanti della rosa. Ma il primo non è ancora al top, con una caviglia che va tenuta sotto controllo, mentre il secondo ieri ha voluto non essere da meno e durante la rifinitura ha accusato anch’egli un problemino alla gamba che potrebbe destinarlo direttamente tra gli indisponibili.

La soluzione ora è una sola: tentare un tridente inedito, più ‘leggero’ del previsto e senza punte di ruolo. Ovvero far giocare Samu Castillejo nel ruolo di ‘falso nueve’, un po’ alla spagnola come si fa spesso nel suo campionato di provenienza. L’ex Villarreal non ha ovviamente caratteristiche alla Higuain, cerca poco la profondità e non sa proteggere il pallone come una prima punta, ma il Milan potrà cambiare pelle puntando sulle ripartenze, sul gioco palla a terra e sulla qualità del trio Suso-Castillejo-Calhanoglu, anche interscambiabili l’uno con l’altro nel tridente.

La speranza del Milan è che Gattuso possa trovare una soluzione alternativa vincente, un po’ come fece Maurizio Sarri quando privo di attaccanti puntò su Dries Mertens come centravanti tecnico azzeccando la scelta. Solo il campo, in attesa del ritorno di Higuain, potrà dare risposte.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it