Pepe Reina
Pepe Reina (©Getty Images)

MILAN NEWS – Pepe Reina suona la carica in casa Milan, ma paradossalmente ora proprio lui diventa un grattacapo per il club. Col Diavolo fuori dall’Europa League, lo spagnolo si ritrova infatti senza chance ma con un ingaggio che pesa parecchio sul bilancio rossonero.

Il patto estivo del resto era chiaro: a lui sarebbe toccata l’Europa League, a Gianluigi Donnarumma invece il campionato. Ora, dopo aver incassato nove goal in sei partite, l’ex Napoli si ritrova a mani vuote e dovrà accontentarsi probabilmente della Coppa Italia o magari di qualche match minore in campionato. Il vero problema – sottolinea il Corriere dello Sport – è che ha un ingaggio da 3.5 milioni di euro per tre stagioni che stride un po’ con le logiche e ora anche le esigenze societarie. Una garanzia costata cara: in uscita a parametro zero, fu preso dalla società per cautelarsi in caso di una partenza di Gigio in un momento estremamente delicato.

Per restare aggiornato sulle ultime news MilanCLICCA QUI!

Intanto, da leader dello spogliatoio qual è, il 36enne ieri ha parlato del momento tracciando il nuovo percorso: “Ora conta solo reagire subito, anche se siamo feriti nell’orgoglio. Non abbiamo perso per colpa dell’arbitro, gli errori più grandi appartengono alla squadra. Con due risultati su tre, ad Atene, è mancata la giusta cattiveria per vincere. Alla ripresa degli allenamenti rivedremo la partita, per capire dove si può migliorare. Ognuno deve dare il 10% in più di quello che ha messo, lavorando a testa bassa. Tutti noi vogliamo raddrizzare una stagione che, prima di giovedì, non andava per niente male. Ora bisogna andare a Bologna col coltello tra i denti, perché l’obiettivo è vincere tutte le partite in quella striscia che manca da qui a fine anno”. 

 

Redazione MilanLive.it