Jesus Suso Gonzalo Higuain
Suso e Higuain (©Getty Images)

In questi giorni si fa un grande parlare della situazione di Gonzalo Higuain. C’è chi mette in discussione il suo valore e anche il riscatto del cartellino da parte del Milan.

E’ vero che il Pipita non segna da fine ottobre, ma nel mezzo ci sono state due giornate di squalifica (colpa sua, contro la Juventus sbagliò completamente) e anche dei problemi fisici. Ovviamente da un campione come lui ci si aspetta sempre qualcosa di più. E’ giusto così. Il numero 9 rossonero poteva fare meglio, nessuno lo nega. Tuttavia, non può essere Higuain il problema del Milan.

Un centravanti che con Napoli e Juventus ha segnato complessivamente 146 gol in cinque stagioni non può essere messo in discussione. Ovviamente delle critiche si possono fare se il suo rendimento non è sempre all’altezza, però bisogna fare analisi più ampie. Bisogna rendersi conto che gli attaccanti al Milan faticano molto perché gli assist spesso scarseggiano. Chi è chiamato a supportare le punte non sempre lo fa bene. Anzi, recentemente lo fa proprio male.

Hakan Calhanoglu sta vivendo una stagione pessima, dopo le buone cose mostrate in quella passata. I suoi assist mancano tantissimo. Samuel Castillejo per adesso non è riuscito ancora ad incidere abbastanza ed è un giocatore ancora da decifrare completamente, visto che Gennaro Gattuso non gli ha mai dato continuità. Il migliore è Jesus Suso, che però di vive di alti e bassi. Lo spagnolo era assente nella negativa serata di Atene e invece a Bologna domani ci sarà. Da lui ci si aspetta molto. E’ quello con i numeri migliori e può essere decisivo per servire sia Higuain che Cutrone.

Da gennaio il Milan avrà a disposizione anche Lucas Paquetà, un altro calciatore che dovrebbe aiutare gli attaccanti a ricevere migliori rifornimenti. Ma sarà fondamentale andare pure prendere un centrocampista di qualità che possa essere abile a pescare gli attaccanti. Gattuso in mezzo non ha un regista o comunque un calciatore abile sul piano della visione di gioco e degli assist. Con gli infortuni di Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura, in mediana c’è solamente la coppia Kessié-Bakayoko con caratteristiche più fisiche. Bisogna porre rimedio. Il nome di Cesc Fabregas ci piace, però sicuramente Leonardo e Paolo Maldini avranno anche altre alternative valide. L’importante è prendere qualcuno che possa incidere subito. Higuain e Cutrone con i palloni giusti hanno già dimostrato di saper essere letali.

 

Matteo Bellan

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it