ozil mesut calciomercato milan arsenal
Mesut Ozil (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANMesut Ozil potrebbe lasciare l’Arsenal in questa sessione invernale del mercato. Il fantasista tedesco non sta vivendo un periodo felice a Londra e può andarsene.

Nonostante il momento non entusiasmante, il giocatore potrebbe fare comodo a molte squadre. Il suo talento e le sue qualità tecniche sono note a tutti. Tuttavia, non sembra più esserci futuro per lui nei Gunners. Tra problemi fisici e rendimento incostante, l’allenatore Unai Emery non pare più intenzionato a puntare su di lui.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news di calciomercato MilanLEGGI QUI.

Calciomercato Milan, Maldini tentato dell’idea Ozil?

L’Arsenal si libererebbe volentieri del pesante ingaggio di Ozil. Il giocatore percepisce oltre 15 milioni di euro annui, con i bonus arriva a 18-20. Il Corriere dello Sport rivela che nelle scorse ore l’ex Real Madrid è stato offerto in prestito anche al Milan. All’interno della società rossonera c’è chi vedrebbe di buon occhio un suo arrivo in squadra. Si tratta di Paolo Maldini, che apprezza molto il tedesco e lo riterrebbe un rinforzo adatto in caso di cessione di Hakan Calhanoglu al Lipsia.

Ivan Gazidis, però, non sarebbe affatto convinto dell’operazione. Il Corriere dello Sport spiega che l’amministratore delegato del Milan preferisce profili più giovani. Ozil viaggia verso i 31 anni e ha costi molto alti. Tra l’altro fu proprio il manager sudafricano a firmare il rinnovo da record del giocatore ai tempi dell’Arsenal. In ogni caso, la sensazione è che l’ex Real Madrid non approderà a Milanello.

Secondo Maldini e Leonardo alla squadra farebbero comodo alcuni rinforzi di esperienza. Sarebbe servito uno come Cesc Fabregas, ma anche Zlatan Ibrahimovic. E non dispiacerebbe prendere Ozil, ovviamente alle giuste condizioni. Però Gazidis preferisce puntare su calciatori più giovani e dall’ingaggio contenuto. Probabilmente si esagera quando viene detto che la dirigenza del Milan è spaccata e ci sono grandi contrasti. Avere delle idee diverse può succedere, l’importante è trovare un punto d’incontro e fare il bene del club.

 

Redazione MilanLive.it