Home Calciomercato Milan Piatek, incognita contropartita: opzione Mauri, Preziosi vorrebbe Plizzari

Piatek, incognita contropartita: opzione Mauri, Preziosi vorrebbe Plizzari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47
Alessandro Plizzari
Alessandro Plizzari (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Mancano gli ultimi dettagli per definire il trasferimento di Krzysztof Piatek in rossonero. I rapporti tra le parti sono ottimi ed entro 48 ore la trattativa verrà chiusa.

In questo momento l’unico ostacolo per la conclusione dell’affare riguarda la contropartita che il Milan deve girare al Genoa. Inizialmente si era parlato di Alen Halilovic, che però non entusiasma il club rossoblu. Ad Enrico Preziosi piaceva l’idea di riportare Andrea Bertolacci a Genova. Il giocatore è in scadenza di contratto con il Diavolo, però sembra propenso a rimanere fino a giugno per incassare tutto l’ingaggio. Per andarsene in anticipo avrebbe chiesto una buonuscita, ma la dirigenza rossonera non vorrebbe concedergliela. La Gazzetta dello Sport scrive che comunque l’ex Roma dovrebbe tornare al Genoa in estate: ingaggio da 1,1 milioni di euro netti per anno.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news di calciomercato MilanLEGGI QUI.

Si pensa dunque a delle alternative. Stamattina è emersa la possibilità di inserire José Mauri nell’operazione Piatek. Anche l’italo-argentino ha un contratto che scade a fine stagione. A differenza di Bertolacci, lui un minimo di spazio lo ha avuto con Gennaro Gattuso. Si parla comunque di pochissime presenze, ma l’ex Parma è riuscito a farsi apprezzare dal mister per il proprio impegno, guadagnandosi qualche chance. Il Genoa sembra gradire il centrocampista classe 1996 come contropartita.

Però La Gazzetta dello Sport rivela che il preferito del presidente Preziosi sarebbe Alessandro Plizzari. Il 18enne portiere del Milan ha un contratto che scade a giugno 2020 e il primo tentativo rossoblu è stato respinto da Leonardo, che considera il ragazzo incedibile. Nonostante il giovane estremo difensore sia chiuso da Gianluigi Donnarumma e Pepe Reina, la dirigenza rossonera non sembra intenzionata a farlo partire. Neanche l’inserimento della clausola di riacquisto è destinato a far cambiare idea. Dopo il match Genoa-Milan di stasera le parti si aggiorneranno, come spiegato dal direttore generale rossoblu Giorgio Perinetti.

 

Redazione MilanLive.it