Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

NEWS MILAN – Dopo le parole rilasciate a Sky Sport, Gennaro Gattuso ha parlato anche a ‘Milan TV’. Il tecnico dei rossoneri è soddisfatto per la ripresa. Non per il primo tempo, giocato male e in maniera troppo prevedibile.

A sbloccare la gara è stato il solito Krzysztof Piatek, autore del settimo gol in sei partite con la maglia milanista. Ecco le parole dell’allenatore su di lui: “Non è solo un bomber, ma è bravo perché ti fa giocare bene. Si muove, si sacrifica per la squadra, corre tanto. Poi appena tocca palla fa gol…“. Un’altra buona notizia viene da Andrea Conti, tornato titolare dopo un anno e mezzo: “Con lui, Calabria e Abate siamo coperti. Oggi Andrea ha fatto bene, è un patrimonio del Milan. Attacca fa molto bene, ha fatto assist, mentre in fase difensiva deve migliorare ancora“.

Sulla fase offensiva della squadra: “Si poteva fare di più. Castillejo doveva entrare di più nel campo e lasciare spazio sulla fascia a Conti. Ma stiamo andando bene, le catene funzionano. Stiamo verticalizzando di più, ci muoviamo di più senza palla“. La concentrazione di Gattuso adesso è solo sulla Lazio: “La mia testa è già a martedì. Ringrazio i tifosi per il coro. Bisogna pedalare ancora, ci sono molte salite da fare“.

Rino si è poi spostato in conferenza stampa per il solito incontro con i giornalisti nel post-partita. L’allenatore si è espresso così sulla cosa al terzo posto: “Metterei una firma enorme sul Milan quarto e Inter terza. Non penso al derby adesso: c’è la Lazio e altre partite ancora“. Poi ancora su Samu Castillejo: “C’è un motivo se l’ho messo stasera. Mi piace quando ci sono i musi lunghi… Normale che qualcuno sia scontento quando ci sono venticinque giocatori. Però c’è grande rispetto“.

Gattuso spende ancora parole di elogio per Hakan Calhanoglu: “Non si nasconde mai. Per quantità e corsa non è mai mancato. Ci aspettavamo qualcosa di più a livello tecnico. Non si è mai tirato indietro di fronte alle responsabilità“. Su Alessio Romagnoli: “Non ha prezzo. Non vale niente, è scarso ed è giusto che stia con noi (ride, ndr). Mi hanno massacrato per averlo fatto capitano. Invece la fascia l’ha responsabilizzato, ha grandi margini di miglioramento. Può scrivere pagine importanti con questa maglia. Ha trovato la chiave“.

 

Redazione MilanLive.it