La finalissima della storica FA Cup inglese sarà tra il fortissimo Manchester City e il Watford, club del nord-ovest di Londra che torna a disputare un match così importante dopo 35 anni.

Ieri la squadra degli ‘Hornets’ di è imposta nella semifinale secca di Wembley sui rivali del Wolverhampton. Un successo rocambolesco e combattuto che ha mostrato il lato spettacolare del calcio britannico. Basti pensare che la squadra arancio-nera era andata in vantaggio addirittura di due reti (a segno Doherty e Raul Jimenez) prima di venire letteralmente abbattuta in rimonta dal Watford.

Grande protagonista dell’incontro una vecchia conoscenza del Milan: lo spagnolo Gerard Deulofeu è subentrato nella ripresa sul punteggio di 0-2 ed è diventato nel giro di pochi minuti ‘el hombre del partido’. L’ex rossonero ha prima indovinato una traiettoria pazzesca sul secondo palo per accorciare le distanze e poi, dopo il rigore del pareggio di Deeney, ha trovato nei tempi supplementari l’accelerazione giusta che ha beffato la difesa dei Wolves per il gol del 3-2 finale.

Un successo firmato a chiare lettere da Deulofeu, che a gennaio era stato cercato anche dal Milan come rinforzo invernale. Ha però fatto benissimo la famiglia Pozzo, proprietaria del Watford, a trattenerlo visto che la sua doppietta ha spinto la squadra londinese verso una finale storica contro il temibile City di Guardiola.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it