Romagnoli: “Milan giovane e forte. Tutto chiarito con gli arbitri”

Romagnoli Alessio Milan
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

NEWS MILAN – Mettersi alle spalle quest’ultimo periodo negativo per il Milan è un obbligo: un solo punto conquistato nelle ultime quattro partite è un bottino preoccupante per chi deve conquistare la qualificazione alla prossima Champions League.

Lo sa bene la squadra, Gattuso e capitan Alessio Romagnoli in primis. Il suo rendimento in stagione è stato sempre molto alto, ma non è bastato ai rossoneri per evitare le ultime sconfitte contro Inter, Sampdoria e Juventus, più il passo falso in casa contro l’Udinese. Oggi Romagnoli dopo l’intervista a Sky Sport, ha parlato anche ai microfoni di Milan TV. Queste le sue dichiarazioni, anzitutto sull’incontro con gli arbitri in Lega Calcio, anche alla luce degli ultimi errori proprio contro il Milan: “È stato un incontro positivo, ci hanno spiegato tante dinamiche che ancora non erano chiare né a noi né a tanti altri. Ci siamo chiariti su tanti punti. Come sbagliamo noi, sbagliano gli arbitri, siamo tutti esseri umani. Ci stanno gli errori”. 

Basta pensare agli arbitri, con la speranza che fatti lampanti come gli ultimi, non si verifichino più. Romagnoli è già proiettato alla sfida contro la Lazio: “Noi dobbiamo pensare al campo, e a vincere le partite. Mancano 7 partite, saranno 7 finali. Sabato sera lo scontro diretto contro la Lazio, avversario fortissimo. Dobbiamo ripartire dalla buona prestazione di Torino. Il pubblico non ci ha mai fatto mancare affetto, speriamo vengano sempre di più a sostenerci”. 

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Si è parlato di mancanza di personalità in parte della rosa attuale del Milan. Romagnoli risponde così: “Non penso che manchi la personalità. Per giocare al Milan e nelle grandi squadre, devi averla. Ognuno di noi la mette sul campo. Noi siamo un gruppo forte anche se siamo molti giovani. Magari abbiamo steccato in alcune partite, ma ci può stare. Ora riprendiamo il nostro cammino.

Ancora sulla sfida contro la Lazio di sabato sera, fondamentale per raggiungere l’obiettivo quarto posto: “Sarà una partita speciale per me. Contro la Lazio dobbiamo dare il massimo, loro si sono ripresi, giocano in verticale e si chiudono bene. Sarà una partita tosta. Ciro è un grande attaccante, così come tutti gli altri. Noi siamo sereni, dobbiamo isolarci dal resto. A noi interessa il campo, ed essere pronti a giocare. Tutti vogliamo qualificarci in Champions League, daremo il massimo. Il momento non positivo è il passato, ora dobbiamo dare tutto quel che abbiamo per andare in Champions League“. 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it