cutrone piatek milan udinese
Patrick Cutrone e Krzysztof Piatek esultano (©Getty Images)

MILAN NEWS – Sempre meno giornate mancano per la fine di una stagione che, almeno per quanto riguarda la corsa alla Champions League, sta riservando sorprese e situazioni intricate fino all’ultimo.

Il Milan è tra le protagoniste di un rush finale che vede almeno 3-4 squadre che si giocheranno l’accesso alla competizione maggiore d’Europa e soprattutto alla possibilità di ottenere introiti rilevanti e prestigiosi dall’UEFA. Per i rossoneri l’arrivo al quarto posto in campionato è qualcosa di vitale, di esistenziale per dare continuità al progetto di Elliott Management e alla conferma in panchina di Gennaro Gattuso.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

Milan, fattore panchina

Una delle maggiori risorse per il Milan in questa ultima parte di stagione può essere rappresentata finalmente dalla panchina lunga, un aiuto che negli scorsi anni spesso è venuto a mancare. Certo, non parliamo di alternative di qualità altissima, come per esempio lo erano quelle a disposizione di Carlo Ancelotti negli scorsi anni. Ma sono comunque delle ottime pedine.

E di certo Gattuso può contare su di loro nel rush finale, giocatori “freschi” che hanno giocato meno in stagione e che possono dare un ricambio pronto e immediato ai titolari. Basti pensare a Pepe Reina, che nel momento in cui Gigio Donnaurmma si è dovuto fermare ha rappresentato un’alternativa sicura e perfetta per i pali rossoneri.

In difesa Gattuso può affidarsi ad un centrale d’esperienza come Cristian Zapata, che non si è mai tirato indietro quando chiamato in causa, o al giovane Mattia Caldara, una sorta di ‘fantasma’ per via dei tanti infortuni ma ormai pronto a farsi valere all’interno della squadra titolare. Sui lati c’è abbondanza: a destra Ignazio Abate e Andrea Conti rappresentano delle scelte intriganti e utili, soprattutto l’ex Atalanta che può donare più spinta e verticalità rispetto al titolare Calabria. A sinistra invece, se Ivan Strinic fa fatica a tornare in forma, Diego Laxalt è sempre un calciatore tutt’altro che da sottovalutare.

A centrocampo l’unica vera risorsa in più si chiama Lucas Biglia, calciatore che per mesi è rimasto fuori per il recupero post-operatorio, ma che ora è il regista di qualità ed esperienza che può servire a Gattuso in determinate occasioni. E in attacco? Da non dimenticare la verve di Samu Castillejo, il dinamismo di Fabio Borini e soprattutto la voglia matta di Patrick Cutrone, attaccante di scorta che ogni domenica, anche se mandato in campo per pochi minuti, sogna di dare il suo apporto totale al Milan. Con questi elementi affamati e di qualità il turnover rossonero non è da considerarsi utopico o rischioso.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it