Milan, Gattuso voleva il ritiro già domenica: la ricostruzione

Leonardo Gennaro Gattuso Paolo Maldini
Leonardo, Gattuso e Maldini (Foto AC Milan)

NEWS MILAN – La goccia che ha fatto traboccare il vaso. Non c’è frase migliore per spiegare quanto sia successo oggi a Milanello. A causa del ritardo di un’ora di Tiemoué Bakayoko, Gennaro Gattuso ha scelto il ritiro punitivo fino a lunedì.

In queste ore si è detto molto in merito a questo episodio. Pare che il francese abbia avuto problemi con la sua auto. Ma questo non basta: la squadra resterà insieme fino alla prossima partita e il calciatore subirà una pesante multa dalla società. La seconda in poche settimane, dopo quella per aver esposto la maglia di Francesco Acerbi al termine di MilanLazio. Due episodi che potrebbero condizionare anche il suo riscatto dal Chelsea per 35 milioni. Ma questo è un altro discorso e dipenderà da ben altri fattori.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, sì. Perché stando a quanto scrive ‘Calciomercato.com’, Gattuso volveva portare in ritiro la squadra già domenica sera dopo la sconfitta col Torino. Secondo lui era l’unico modo per provare a tenere unito il gruppo per questa volata finale in campionato. Alla richiesta di Rino si sono opposti Leonardo e Ivan Gazidis, i quali non erano ancora convinti di tenere l’allenatore prima della decisione ufficiale di lunedì pomeriggio. Poi però l’episodio di questa mattina ha fatto letteralmente impazzire Gattuso, che ha potuto contare in questo caso anche sull’appoggio del club. Come se la situazione non fosse già abbastanza tesa…

 

Redazione MilanLive.it