Milan, cambia tutto: pugno duro e doppio centravanti

Rino Gattuso
Mister Gattuso a Milanello (Foto AC Milan)

MILAN NEWS – Milanello a rischio implosione. Perché alla tensione per i mancati risultati sul campo, ora si aggiungono i comportamenti non idonei fuori. Così Gennaro Gattuso, dopo il ritardo di mercoledì di Tiémoué Bakayoko, cambia atteggiamento: pugno duro, adesso.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Come riferisce però il Corriere della Sera oggi in edicola, con un clima già così teso, è una scelta rischiosa. Ma sa tanto di ultimo tentativo, di mossa della disperazione. Anche perché, da quanto filtra, gli episodi di indisciplina e scarsa professionalità negli ultimi tempi erano stati diversi e gravi. Ma bisognerà vedere anche se funzionerà. Perché un ritiro punitivo di cinque giorni – sottolinea il quotidiano – può anche avere effetti opposti a quelli desiderati. E Rino, che la scelta l’ha condivisa con la società, sa che questa mossa è un azzardo. Nel frattempo però bisogna registrare la reazione positiva del gruppo: nessuna ribellione e scelta accettata con una certa serenità, perché i giocatori, in fondo, sono consapevoli di essere i primi responsabili.

Una cosa nel frattempo è chiara: la linea morbida del tecnico, orientata della difesa a oltranza della squadra, non ha funzionato. La verità – aggiunge il CorSera – è che il suo reiterato slogan «per i miei ragazzi mi butto nel fuoco» alla fine gli si è ritorto contro come un boomerang. Addossandosi sempre e comunque tutte le colpe, ha finito col consegnare un alibi ai calciatori. La rivoluzione attuata sarà anche tattica: spazio al 4-3-1-2, con Lucas Paquetá trequartista alle spalle di Krzysztof Piatek e Patrick Cutrone. Bologna, Fiorentina, Frosinone e SPAL: quattro tappe per evitare il disastro.

 

 

Redazione MilanLive.it