Milan-Bologna, Bakayoko verso la panchina: riscatto lontano?

Tiemoué Bakayoko Milan
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

MILAN NEWS – In questa fase della stagione c’è un paradosso assoluto che rende ancor più particolare il cammino del Milan e che riguarda un calciatore in prima persona.

Il francese Timoué Bakayoko nello stesso tempo è l’elemento più ‘pericoloso’ della rosa rossonera, per i suoi comportamenti al di fuori del campo non così impeccabili, ma è anche il giocatore più brillante del momento viste le sue recenti ottime prestazioni. Basti pensare che nel k.o. di Torino il mediano francese è risultato il migliore dei suoi e anche il più pericoloso in fase d’attacco.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Oggi però la Gazzetta dello Sport scrive che il riscatto definitivo del centrocampista di proprietà Chelsea appare sempre più lontano. Motivo? Gli atteggiamenti di Bakayoko che non sono affatto piaciuti a mister Gattuso e alla società, in particolare quel ritardo a Milanello che ha fatto infuriare il club e dato il via al ritiro da metà settimana in avanti. Inoltre domani in vista di Milan-Bologna, Bakayoko probabilmente resterà in panchina, proprio come segnale punitivo imposto da Gattuso.

Si allontana dunque l’ipotesi di una permanenza definitiva al Milan, e non solo per la questione comportamentale. Bakayoko costerebbe un esborso da 35 milioni di euro ai rossoneri, cifra davvero alta e quasi impensabile da investire senza la qualificazione in Champions League. Serve dunque un doppio miracolo a Bakayoko per ottenere la conferma: sfruttare al meglio gli spazi concessi da qui a fine maggio e sperare in una clamorosa rimonta del Milan in zona quarto posto.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it