Conti: “Al Milan a vita. Champions? Ci crediamo”

Andrea Conti AC Milan
Andrea Conti (foto AC Milan)

MILAN NEWS – E’ pronto a tornare in queste ultime gare per dare una mano al Milan, cosa che è riuscito a fare raramente per i tanti infortuni passati.

Andrea Conti si candida per una maglia da titolare nel match di sabato contro la Fiorentina e vuole fortemente donare qualità e spinta alla fascia destra rossonera. Il giovane terzino è stato intervistato oggi da Sportmediaset, cominciando a parlare del momento altalenante del Milan: “Sicuramente il derby ci ha tolto un po’ di convinzione, è sotto gli occhi di tutti, poi le sconfitte ti tolgono sicurezza, penso sia questo il motivo, non un calo fisico, ma la vittoria col Bologna ci ha tirato su di morale, stiamo bene e speriamo di tornare a giocare come due mesi fa”.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Il difensore ex Atalanta ha poi rassicurato sulle sue condizioni dopo il recente problema alla spalla, anche se il doppio infortunio grave al ginocchio lo limita sempre: “Sicuramente so che non sto bene come prima dell’infortunio, non sono in condizione, vorrei dare di più, ma so che ci vorrà del tempo, devo trovare la condizione e la continuità per tornare ai miei livelli, ma comunque cerco sempre di dare il massimo. Soffro perché so di non essere quello che si vede ultimamente, sapere di poter dare di più è la cosa che mi fa più male”.

Il Milan punta alla Champions League, e Conti è molto ottimista in questo senso: “Ho sposato questo progetto, voglio stare qui, con o senza Champions per me non cambia niente, qui mi sento a casa, sono ben voluto, vorrei restare tanti anni. Noi ci crediamo al 100%, però sappiamo che non dipende solo da noi. Sicuramente se non centreremo l’obiettivo ci sarà grande rammarico perché sappiamo di aver sprecato tante occasioni, ma comunque ci crediamo fino alla fine”.

Infine battute sul futuro di Gennaro Gattuso e sul litigo con Bakayoko che ha scosso l’ambiente: “Sono cose che fanno parte del nostro mestiere, ma non ci toccano, noi ascoltiamo il mister e cerchiamo di seguirlo. A volte ci viene bene, altre meno, ma noi siamo tutti uniti e vogliamo raggiungere l’obiettivo. Bakayoko ha chiesto scusa, ma la cosa è rientrata appena finita la partita. Mi spiace che nelle ultime settimane Baka sia stato oggetto di tante critiche perché è un bravo ragazzo, non merita quello che gli sta succedendo. Siamo tutti con lui, siamo uniti, non c’è alcun problema”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it